Progetto 7LUNE

Poesia, Arte, Musica e Cultura ispanoamericana

 

 

Associazione culturale - C.F. 90173560278 - Sede legale Via Bari 6/9, 30020 Marcon, VENEZIA

Mostra itinerante MATRIARCAS

Si tratta di 40 matrioske in legno della grandezza di 13 cm circa, ognuna formata da 7 pezzi che rappresentano le donne latinoamericane con vestiti tipici, differente aspetto nel colore della pelle, capelli, occhi, diversa caratterizzazione di tratti somatici, etnia, età e adorni. Sono state realizzate a mano da 40 diverse artiste provenienti da 8 differenti paesi dell’America di lingua spag-

nola e rappresentano le varie etnie di donne presenti nel continente americano, terra di forti immigrazioni e perciò risultano essere un sunto di tutte le donne del mondo.

La scelta di utilizzare la matrioska, giocattolo tradizionale russo, come veicolo di una riflessione sulla "sorellanza" e la solidarietà tra donne, è nata proprio per la struttura della bambola: ogni matrioska grande ne contiene un’altra più piccola che a sua volta si apre perché ne custodisce un’altra e così via ad indicare come ogni donna può essere rifugio e custode della sorella in difficoltà.

Le splendide MATRIARCAS, così chiamate proprio per sottolineare la forza e la dignità che le contraddistinguono, passano dall’essere dei semplici giocattoli ad essere portatrici di un messaggio di auto conoscenza e vicinanza sociale-familiare-universale.

Ogni artista ha interpretato personalmente la realizzazione della sua matrioska seguendo tre principali filoni:

- la rappresentazione di 7 diversi strati del sé (a tappe temporali rappresentando se stesse da anziane, da adulte, ragazze, bambine ecc;

- oppure a stratificazioni dall’esteriorità al nucleo ovverosia rappresentando la maschera che si vede all’esterno fino poi ad arrivare all’essenza vera, il nucleo indivisibile, la bambolina più piccola, che non si apre più;

- la rappresentazione del legame familiare (la bambola più grande come nonna, poi la madre, le sorelle, fino ad arrivare ai figli o agli immaginati nipoti);

- più in generale la raffigurazione dell’appartenenza a un genere, quello femminile, identificato da attiviste, artiste, personaggi storici o famosi, che secondo le nostre pittrici ben rappresentano la femminilità nelle loro rispettive nazioni.

Queste MATRIARCAS hanno poi un dono speciale: conservano nel loro centro delle parole poetiche, dei versi, che una volta schiuse si possono vedere. Tutte assieme, e mescolate a formare delle matrioske bolivariane, formano frasi inattese e sorprendenti.

 

Mostra itinerante SANTAS

Scarica gratuitamente il catalogo

 

Mostra itinerante dal titolo “SANTAS” costituita da 10 tele originali (formato 30 cm x 50 cm), opere di artisti messicani, che rappresentano la santità ispanoamericana: vergini, suore, guerrilleras, attiviste e monache che mostrino nelle loro fattezze e nei colori, la gioia e la forza che risiede nel sacrificio assoluto nel nome di una causa, di

un ideale, dell’estremo fervore religioso o civile: una fede che non sceglie di assoggettare con la forza gli altri ma che opera un cambiamento estremo d’amore nel proprio intimo. Santa Teresa diceva “Fa tanto bene e dà tanta forza non dire le proprie pene inutilmente ” e anche “Il Signore proporziona le prove alle forze che ci dà”: un invito a intraprendere la strada della sofferenza con vigore e concentrazione, senza vuote lamentele ma con, al contrario, la consapevolezza che i grandi cambiamenti (interiori ed esteriori) richiedono dolore, e che l’amore è proporzionale, a volte, al sacrificio.