Progetto 7LUNE

Poesia, Arte, Musica e Cultura ispanoamericana

Associazione culturale - C.F. 90173560278 -

Sede legale Via Bari 6/9, 30020 Marcon (VE)

Sede operativa Quartiere Aretusa, 61 30173 Mestre (VE)

Una antologia fuori dal comune, questa “Outrage” (Ultraje) edita dalla Slough Press negli Stati Uniti in versione bilingue (inglese e spagnolo) con incursioni di poete italiane tra cui la sottoscritta, Lucia Guidorizzi, Antonella Barina, Cinzia Marulli, Anita Menegozzo e Giorgia Pollastri. Una raccolta pubblicata negli Stati Uniti con il desiderio di esprimere, attraverso le varie voci poetiche, lo sdegno di fronte agli atroci fatti di cronaca e politica internazionale degli ultimi anni.

Poesia sociale, dunque, ma anche molto di più: “Quello di cui abbiamo bisogno ora” sostiene Christopher Carmona, curatore assieme a Rossy Evelin Lima, “è la risposta della gente. E quella risposta è Outrage! (Oltraggio) ma non attraverso armi, coltelli o pugni: con le parole”.

É questa un’ antologia appositamente pensata come plurilingue poichè, citando i versi qui contenuti di Raúl Sán-

chez, “la injusticia es injusticia en cualquier idioma” e perchè da ogni diverso accento, la parola poetica si configura come un’arma invincibile: “Pensar/ crear/ resistir/ y enciendo y entiendo estas palabras como velas/ como lámparas que puedan alumbrar en la oscuridad de los días/ una por cada nombre (...) para demostrar que la desdicha puede aliviarse/ y que no hay otro camino que hablar claro: No vayas con los ojos cerrados/ ve con los pies/ con las manos abiertas/ unámonos y dejemos de ser rehenes de esta realidad sinsentido/ y hagamos una resistencia pensante y creativa/ para que la libertad deje de ser sólo un sustantivo abstracto” (Javier Tinajero Rodríguez)

Una raccolta di testi che lungi dal parlare di stragi, odio e problemi insormontabili, parla di speranza, incita a trovare le risorse per farcela: “La historia es nuestra” dice Nazario Soto Minero dai suoi versi “El rechazo a ser esclavo/ es lo que realmente/ cambia al mundo”. C’è da chiedersi se veramente la creatività può salvare il mondo. La risposta la trovo racchiusa nei versi di Juan Carlos Castrillón, che mi paiono emblematici di tutta l’antologia: “La voluntad acelera el destino de los astros”. Un libro necessario, questo, per riaccendere di nuovo focolai di resistenza creativa, riflessioni di azione e di pace, parole che aprano nuovi sentieri da percorrere assieme.