Progetto 7LUNE

Poesia, Arte, Musica e Cultura ispanoamericana

Associazione culturale - C.F. 90173560278 -

Sede legale Via Bari 6/9, 30020 Marcon (VE)

Sede operativa Quartiere Aretusa, 61 30173 Mestre (VE)

Intervista a Octavio Fernández Zotes

 

1. La scrittura per Lei é lotta o sollievo?

Più che lotta, io direi apprendimento e sollievo; apprendimento di quel “sapere dell’anima” del quale ci parla María Zambrano.Sollievo perché quella conoscenza mi porta ad essere più coerente.

 

2. Tre autori che hanno influenzato la sua opera.

Se bisogna limitarsi a tre (sono molti di più) mi rimetto ad Antonio Machado, César Vallejo e Octavio Paz.

 

3. Nella sua produzione che percentuale la da l'ispirazione e quale la revisione?

Non so molto bene in cosa consiste l’”ispirazione”. Io direi una scintilla celebrale o intuizione, quella è la base. Se dovessi quantificarlo, direi al 50%. Con il tempo ho imparato che è tanto importante scrivere quanto cancellare parte di ciò che si è scritto.

 

4. A che scopo scrive Lei?

Per misurare il battito al tempo ed avere coscienza di continuare ad essere vivo (in quel senso trascendentale della parola “vivo”). Ciò significa inquietudine e sollievo.

 

5. A che età cominciò a farlo con proposito artistico?

Credo che fin dal principio, intorno ai 18 anni, il proposito fu artistico. Doveri professionali mi hanno forzato ad una lunga parentesi di silenzio. A 65 anni ho ripreso la scrittura ed ho cominciato ad essere molto più critico con me stesso, a limare quanto scrivo allo scopo di ottenere una maggior purezza artistica.

 

6. Qualcuno ha sostenuto i suoi sforzi e l'ha appoggiata?

Sì, mia moglie e i miei figli sono stati la principale fonte di sostegno. Le opinioni favorevoli di una critica ai miei primi due libri hanno fatto sì che cominciassi a prendermi più in serio e a dare sollievo ai miei enormi dubbi riguardo a quello che stavo facendo. Per quanto riguarda l’appoggio economico, lasciamo perdere.

 

7. A cosa aspira per il suo futuro artistico?

Il fattore condizionante dell’età fa si che quel futuro sia piuttosto ristretto. E nemmeno le mie ambizioni sono molto ampie; diciamo che mi accontento di non retrocedere.